Marco Reverberi fotografie

 informazioni sulla riservatezza dei visitatori secondo la normativa vigente (vedi privacy policy”)

 Informativa ai sensi dell'art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196  Questo sito utilizza cookie di terze parti per conoscere le tue preferenze ed inviarti pubblicità in linea con i tuoi interessi. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso a questi cookie, accedi alla Informativa estesa sull'utilizzo dei cookie - Cookie policy. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso dei cookies in conformità con la nostra Cookie policy

condizioni d'uso

Web Netiquette


La cosiddetta "netiquette" è una sorta di "galateo", un insieme di regole per partecipare a discussioni in rete su qualsiasi community, social, forum o chat. Dove si prega di rispettare le più comuni regole di buon senso ed educazione per poter interagire con tutti i partecipanti.

Ne riporto una sintesi:


“ La maleducazione, i post fuori tema (off-topic) o personali non riferiti all'oggetto,  comporteranno una diffida, la rimozione del post, e/o una segnalazione al portale o piattaforma.


Va sottolineata quella che non solo vale come regola generale di buon senso, ma come vera e propria legge dello stato:

Mantenere un comportamento che rispetta in toto la riservatezza (o privacy).

Sono assolutamente vietati precisi riferimenti (testo, immagini e video) a terze persone senza l'esplicito consenso delle stesse, così come la pubblicazione di testi, immagini e video dei quali non si posseggano i diritti di utilizzo (copyright)con le dovute eccezioni.

Quindi:

è assolutamente necessario mantenere rispetto e cordialità. Cercare di comprendere il "mood", l'intenzione dei vari interventi e non giudicare a priori se non richiesto. Il modo più semplice per comprendere l’argomento trattato, così da non risultare fuori luogo o di ripetere il medesimo commento più volte, è quello di leggere i commenti già pubblicati prima di scrivere.

Per evitare inutili polemiche è bene non divagare, non andare fuori tema, rispettando l’argomento del post pubblicato: i commenti “off topic” potranno essere rimossi. Non pubblicare contenuti che esulino dai temi di interesse. Buona norma per partecipare educatamente, è quella di non intervenire sui post che non interessano, perché partecipare commentando negativamente i post che non piacciono (per contenuto o commento) produce i cosiddetti  “flames", ovvero personali "fiammate" di sterile dissenso. Un dibattito privato e specialmente se polemico nei confronti di persone che solitamente in questi casi nemmeno si conoscono, è poco intelligente e maleducato. Così come pubblicare messaggi privi di contenuto parteggiando per uno dei partecipanti in una discussione.

E' altrettanto maleducato dimostrare intolleranza con chi commette errori grammaticali, sintattici o tecnici e di comunicazione. I consigli personali, se non richiesti, sono spesso fastidiosi.

In un gruppo di discussione la condivisione viene prima di tutto e i partecipanti sono tenuti al miglioramento della qualità della discussione per contenuto, tecnica e linguaggio.

Quando non si è d'accordo su contenuti o tecniche, si è tenuti ad argomentare il proprio dissenso, citando ad esempio le proprie esperienze e/o le fonti.

E' considerato molto maleducato scrivere tutto in maiuscolo il testo dei commenti. Questo tipo di comportamento ha lo stesso effetto di "alzare la voce".

Infine è da considerare gravissimo: insulti, imprecazioni e parole discriminatorie nei confronti di persone, idee, provenienza, sesso, etnie, religione. Questi post e/o commenti saranno immediatamente rimossi e segnalati.”


—-------------------------------------------------------------------


COPYRIGHT:

Il diritto all’immagine è un espressione del più generale diritto alla riservatezza.

Questo è un diritto fondamentale della persona ed ha carattere assoluto e personale. Il diritto all’immagine, non può essere né leso né ceduto.


NESSUNO può pubblicare immagini di altri senza l'eplicito consenso scritto (liberatoria)


La Legge tutela il diritto all’immagine all’art. 10 Cod. Civ. Tale articolo vieta l’esposizione o la pubblicazione non consentita dell’immagine di una persona e/o la divulgazione lesiva del decoro o della reputazione del soggetto ritratto.

E' quindi vietata ogni divulgazione o pubblicazione di fotografie senza il consenso della persona ritratta, anche se in buona fede, salvo casi eccezionali previsti dalla Legge.


La Suprema Corte di Cassazione ha precisato che non occorre il consenso della persona ritratta in caso di notorietà del soggetto ripreso, quando il soggetto ricopre un pubblico ufficio, quando si persegue finalità di giustizia o di polizia,oppure per scopi scientifici, didattici o culturali, da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico (Cass. Civ. sez. III, 27/08/2015, n. 17211).


Al di là di queste deroghe, la pubblicazione di fotografie e/o video altrui senza consenso è illecita. Assolutamente proibita.


Chi trova pubblicata una propria immagine senza aver prestato consenso ha diritto a vedersi risarcito il danno patito.


La pubblicazione di fotografie e/o video altrui è illecita anche quando il soggetto ritratto aveva prestato consenso ma la pubblicazione ha arrecato pregiudizio alla persona ripresa, al suo onore, alla sua reputazione o al suo decoro (art. 10 cod.civ.)

In questo caso ad essere violato non è il diritto alla riservatezza ma il diritto all’onore.